"Non sapevo chi fossero e quale straziante problema li affliggesse, però mi sembravano come mascherati l'uno dell'altra"

Estratto dal libro... Ancora senza nome (o forse sì?)

📖 - ... Così, forte della mia deformazione professionale, cominciai a farmi gli affari loro, buttando disinvolta l'orecchio sinistro sul tavolino claudicante -

👩‍🦰- Non può andare avanti così

Pensi non capisca? Pensi non sappia?

Io so e anche se non so, intuisco -

👩‍🦱 - Hai stancato con queste paranoie

Sono stanco -

👩‍🦰 -Sei stanco di me

Ecco

Questo è -

📖 - Silenzio...

Due/tre lunghi minuti di silenzio rotti dall'avvento della vecchia barista, che poi non era effettivamente tanto vecchia, era solo imbruttita dal postaccio

Era come il caffè che serviva, sporca e bruciata -

👩‍🦱 - Un caffè in vetro, grazie -  

👩‍🦰 - Ah, uno solo? -

📖 - Disse la ragazza sgranando gli occhi rabbiosi

La cameriara restava immobile, in attesa che i due terminassero la battaglia di sguardi

Poi lui, con un ghigno strafottente, replicò:

 👩‍🦱 - Certo cara, e quanti caffè vuoi che beva? -

👩‍🦰 - Sei il solito cafone egoista!

E' da queste piccole cose che si capisce

Pensi solo a te, a me non ci pensi... Sei... Sei... Sei proprio uno... -  

📖 - Ed esplose in uno scenico pianto singhiozzante, senza lacrime, palesemente finto

Lui non si scompose, spostò lo smartphone da destra a sinistra del tavolo (proprio di fianco al mio orecchio) e rivolgendosi alla spazientita cameriera, concluse:

👩‍🦱 - Guardi, misà proprio che ne vuole uno pure lei, di caffè -  

📖 - C'era qualcosa di anomalo che stuzzicava il mio interesse

Notavo un gioco di ruoli capovolto

Non sapevo chi fossero e quale straziante problema li affliggesse, però mi sembravano come mascherati l'uno dell'altra

Per mia esperienza so che, nel grottesco gioco amoroso, l'odio subentra a causa di pochissimi banali fattori, il più delle volte solo per un motivo: corna

E non quelle sagge del Mosè, bensì quelle della lussuria, del peccato dentro la mela rossa di Eva, della fame di piacere e godimento

Per natura l'essere umano non tende alla monogamia, tuttavia si sforza di instaurare rapporti del tipo "finchè morte non ci separi", illudendosi di tenere a bada gli appetiti e ignorare quella promiscuità che altrimenti provocherebbe la gelosia del rispettivo partner

Il possesso reciproco è lo scopo principale, ossia quel sentimento che, disumano, è capace di generare conflitti...

E non solo nel rapporto di coppia

Quindi sì, secondo me erano "corna"

E ora cosa facevo?

Il quarto caffè mi sembrava un po' eccessivo solo per una mattinata

Così mi finsi intenta nella scrittura

Nelle note del telefono digitavo parole a casaccio, un po' tipo "il mattino ha l'oro in bocca" ma meno inquietanti,  e intanto riflettevo sul dramma che, spettacolare, mi si proponeva innanzi -...

SC👩‍🦳