L'aria fresca sul viso e il buio incantevole che squarciava il sipario a una falce di Luna...

A lezione di tecnica bancaria...

✍️ ... La lezione era tediosa, ticchettava con la penna senza rendersene conto...

TIC TIC TIC...

Una percussione ritmica che faceva da colonna sonora ai suoi pensieri...

TIC TIC TIC...

Rifletteva sulla fuga, nessun principe, nessun valoroso cavaliere che la liberasse dalla Torre-Prigione, bensì lei, in possente armatura e spada affilata

Lei che faceva amico il Demone-Drago e lo cavalcava volando oltre le mura del severo Castello

L'aria fresca sul viso e il buio incantevole che squarciava il sipario a una falce di Luna...

TIC TIC TIC...

"La smetti! Smettila!"

L'urlo del Demone-Drago sfumò fino a rendere udibile la stridula voce dell'Arpia

Una racchia in caschetto di colore indefinibile, tra un marrone e un senape stoppaccioso,con riflessi di ruggine

Pelle giallastra e cadente, occhiali appuntiti...

E le mani! Palanche robuste pronte a tramutarsi nella zampa del più orrendo Cerbero infernale

"Allora! La smetti! Cosa stavo dicendo? Mi stavi almeno ascoltando?

Sei la solita impertinente, vedrai che quest'anno ti boccio

Ma a te non interessa, vero?

La piccola altezzosa principessina

Vedrai!

E ora smettila!"

Con le manone canine le strappò la penna per poi fracassarla sulla cattedra, schiacciandola con tutta la forza - per fare più rumore - quasi a simulare un sonoro schiaffo

Poi si girò nervosa e tornò al calcolo dei tassi bancari

Nel frattempo il Demone-Drago le staccava la testa a morsi

 

SC 👩‍🦳